Per scegliere bisogna passare del tempo della propria vita in sordina

A volte sembra che si sia obbligati a restare nascosti, quasi in cantina, in uno sgabuzzino abbandonato e oscuro.

Quei momenti sembrano infiniti, ma in realtà, cari lettori, durano pochissimo e dovrebbero durare di più: vi spiego il perché.

Quelli sono periodi, anni, ere vitali, importanti per formarsi, caricarsi, imparare a vivere e a lottare… Sono momenti imprescindibili alla generazione di una scelta consapevole e duratura.

Non tutto, quasi nulla, giunge infatti subito: spesso si aspetta e, innervositi umanamente dall’attesa, ci si tempra.

Temprarsi però costa sforzo e fatica, lavoro diuturno sulla propria indole e sulle proprie aspirazioni.

Quei momenti sono benedizione dal cielo, sono strumenti di discernimento indispensabili: senza la loro presenza ogni traguardo figura effimero, il più delle volte.

Queste non sono parole astratte e vi dimostrerò il perché…

Quanti di voi, genitori alla lettura, avete fatto fare sport ai vostri figli? Anche con fatica economica, grosso modo, ci avete provato tutti.

Lo sport è esempio di pedagogia divina sulla nostra vita, su quelle attese che temprano la scelta e il discernimento.

Se vai a giocare a pallavolo, prima di effettuare schiacciate alla Mila e Shiro, devi obbligatoriamente allenarti e, guarda un po’, aspettare, seppur con fregole e contro voglia.

La vita di fede è così. La vita di ognuno, credente o meno, è così. È l’ordine provvidenziale delle cose.

Potete leggere in merito molte pagine della Sacra Scrittura, ad esempio circa la vita di Abramo, Giacobbe, Mosè e Samuele.

Buon lunedì, cari lettori.

Luca Sc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...