Conclusosi il Festival Biblico 2019: la Polis siamo noi.

Bilancio del Festival Biblico 2019 nella sua veste Vicentina (20-26 maggio)

Appena arrivato nella città del Palladio, sono stato pervaso da un’atmosfera di positività e colma di buoni auspici per il futuro.

Futuro in una città, in una polis dell’uomo, foriero di genuini elementi di ri-costruzione architettonica, sociale, umanistica 3.0.

Polis, il tema di questa 15ma edizione, non è stato solo il filo conduttore – sarebbe banale vederlo meramente così – ma l’elemento informatore di ciascun intervento.

La polis umana non è solo un contenitore di vite umane, decontestualizzato, asettico. Ogni città che si rispetti ha un disegno (un suo progetto), una visione che la in-forma; ogni città è un microcosmo da cui nascono cittadini capaci di storia e di avvenire.

Gli uomini di fine anni ’10 del XXI secolo, alle prese con cambiamenti epocali, hanno forse perso il senso della comunità, talvolta immersi nelle pressoché sterili community social.

Stare a Vicenza, per questa ultima edizione del Festival, non è stato inutile. Tutt’altro.

E di vera aggregazione sociale, propria di una comunità che prende abbrivio dalle specificità degli abitanti di una Polis, si è plasticamente fatto esperienza al DaBar, il Bar della Parola: luogo di incontro, musica, buon cibo e buon vino Veneto.

‘Dabar’, che dall’ebraico biblico significa ‘Parola’, è il termine utilizzato per l’azione di Dio nella creazione, il quale parlando crea.

Ed è proprio dialogando che si crea la Polis dell’uomo, le relazioni che fruttificano in cultura; nel dialogo si pone la crescita psicologica e sociale degli uomini e delle donne di ogni tempo.

Il bilancio è positivo. Molte le conferenze, gli incontri, i talk: il tutto per parlare alle persone, con le persone, delle vite delle persone e in aiuto delle persone, nel segno del Vangelo da comunicare e da trasmettere nella compagine societaria.

La Libreria San Paolo di Vicenza, da pochissimo rinnovata, è stata scenario accogliente di una serie di relazioni stimolanti (la miglior novità di quest’anno).

Tra le numerose, da segnalare è quella tenutasi il 23 maggio con Mons. Corrado Lorefice, Arcivescovo di Palermo, sull’impegno evangelico nella società, che rende il più delle volte scomodi, come già il Beato Pino Puglisi (potete rivedere sulla pagina FB di Famiglia Cristiana l’intero intervento).

Da poco avrete guardato gli ultimi risultati dalle elezioni… ecco: anche il buon uso del voto può nascere dalla proficua riflessione sulla Polis.

Buona fine maggio, cari assidui lettori.

Luca Sc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...