Nell’Italia del massimo tasso di anzianità un’attenzione in più ai malati

Oggi mi piacerebbe condividere con voi un pensiero, sperando risulti plausibile.

Ho letto un piccolo opuscolo di Stefano Allievi che tratta dell’immigrazione in italia. Alt! Non voglio parlare di immigrazione! A quello ci pensa costantemente ‘Rete 4′.

In un breve passaggio del suddetto libretto si descrive una fotografia anziana e decadente del paese. Pochissime nascite, moltissimi anziani, spese sempre più alte per il Servizio Sanitario Nazionale. Non è un bel profilo.

La malattia, ricordiamo oggi la giornata del malato (11 febbraio, Nostra Signora di Lourdes), è molto più frequente con la longevità. Come potere alleviare, alleviando anche la nostra sete di futuro in un’Italia in agonia?

Domanda un po’ criptica alla quale tenterò di abbozzare una risposta.

Innanzitutto l’anziano, anche quando sofferente, è sempre portatore di idee e stimoli per il futuro. In ciò dissento parzialmente da Allievi.

Esistono giovani che non amano la vita; esistono anziani, talvolta malati, che la coltivano.

In buona sostanza, alleviare le loro sofferenze significherebbe coltivare il nostro avvenire. Mettiamoci in testa che sono il nostro futuro, in Italia, gli over 65. Di necessità virtù? Non credo.

Andiamo al nocciolo di questo strampalato articoletto: curare bene i malati, integrandoli nel tessuto sociale, significa agire e pensare con lungimiranza.

Ricordiamo che la voglia di vivere e costruire ce l’avrebbero tutti, qualora trattati con la dovuta dignità.

Come passare allora dall’astratto al concreto?

Evidentemente seguendo il monito di Papa Francesco: ‘No alla cultura dello scarto!’

Il pensiero dei malati è da prendere in considerazione: potrebbe stupirci, innovando i nostri anni a venire.

Buon lunedì e grazie.

A presto.

Luca Sc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...