#SegnideiTempi. @Pontifex: un tweet sulla povertà evangelica.

Di Luca Sc.

Roma, 19 ottobre 2018

La strada del discepolo è la povertà: il discepolo è povero, perché la sua ricchezza è Gesù’.

È di ieri quest’ultimo tweet di Papa Francesco sul discepolato e le sue esigenze.

Qui si parla in modo semplice e immediato, come è nelle finalità di ciascun ‘cinguettio’, ancor di più per il Pontefice, che da sempre usa evangelizzare anche così.

Tre parole fanno da ‘filo rosso’:

  1. Discepolo: colui che è disposto a imparare da un Maestro, colui che cammina dietro a Chi reputa degno di fiducia. Il discepolo non ha altra gioia che il retto camminare, passando bene gli esami della vita e stando bene attento a non sbagliare strada. Discepolo è colui che si auto-questiona sul senso del suo discepolato e si studia di guardare sempre fisso alla mèta. Insito dunque al concetto di ‘discepolo’ si trova quello di ‘strada’: il discepolato segue una rotta.
  2. Povertà: ecco il nome della strada del discepolo. Qualunque rotta che non profuma di povertà è una scorciatoia, che, alla fine, porterà ad un vicolo cieco. Tante sono le false piste e i tragitti vani: chi vuol essere discepolo non pensa ad altro che a questa qualità principale nel percorso. ‘Vieni dietro a me’, apostrofa Gesù a Pietro. Di quale povertà si tratta? Di una povertà mista a libertà dalle cose che ci circondano. Per essere discepoli bisogna essere pronti a lasciare quanto può intralciare la rotta. Le zavorre sono le false ricchezze e le false priorità: Gesù è la priorità.
  3. Gesù è anche la ricchezza. Sì, ricchezza, in quanto Egli figura quale unico punto fermo della vita del discepolo. Il mondo darà sempre sfoggio di sicurezze ostentate, ma vane. La vanità delle cose si palesa nella loro contingenza. Quanto ci circonda passa: può essere per un po’ utile, ma passa. Il discepolo non ha altra certezza che Gesù: questa è la sua ricchezza.

 

Con il Battesimo abbiamo intrapreso un cammino arduo e, nello stesso tempo, bellissimo. Non è semplice essere cristiani, ma la nostra sicurezza è Cristo: vi sembra poco?

Grazie per l’attenzione, cari lettori.

A presto.

Luca Sc.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...