#SegniDeiTempi: Le pubblicità vogliono fare famiglia. Riflessioni di un cristiano che guarda un po’ di TV.

Di Luca Sc.

Roma, 6 settembre

Più volte si pensa al fatto che non si facciano più figli, che non ci si voglia o non ci si possa fattivamente sposare. Poi arrivano diritti civili, separazioni lampo etc… E tutta Italia è nel bel mezzo dell’antica gazzarre, in voga fin dai tempi bohemien dell’ottocento, sul tema “famiglia sì – famiglia no”.

I consumatori, in una società capitalista come la nostra, hanno però già deciso: famiglia sì… e la vogliono ben vedere rappresentata, compaginata, sorridente e speranzosa.

E finalmente! Era ora che si cominciasse a vedere papà, mamma e figli alle prese con la spesa quotidiana e, soprattutto, con le merendine e quanto sappia grosso modo di cacao.

È terminato il tempo dell’attore ispanico che parla con la gallina, di super modelle, super magre, che mangiano cose sanissime, ma, ahiloro, da sole!

Qui è tornata la voglia di famiglia, di coppia, di madri e padri che, insieme, si mettono a lavoro per creare bellezza nel mondo.

Mi ha colpito una pubblicità in particolare, in cui la mamma, voce narrante fuori campo, arriva a definire la famiglia come la sua “pazza giostra”. Pazza, quindi imprevedibile, ma pur sempre “giostra”, gioco, divertimento, costruzione di felicità.

La famiglia cristiana, infatti, non pretende di essere nulla più.

Per chi crede, queste sono parole che sembrano ovvie e il mio uditorio, spero, sappia essere clemente con me, per il fatto che io stia esponendo cose cristianamente semplici.

Cristiana”mente”: sì, proprio così!

Serve una “mente” cristiana, per capire fino in fondo la fragile bellezza di una famiglia… Una famiglia che fa colazione con una famosa crema alla nocciola o che ama dei soffici mottini… Ma una famiglia vera: persone normali!

È questa l’acquisizione di questi anni ’10 del 21° secolo: una famiglia che sembra, appunto, cristiana! E chi l’avrebbe mai detto!

Scusate il sarcasmo, ma ci voleva proprio…

Buona colazione con crema alla nocciola e cacao e cornettini morbidi e “zuccherosi”!

A presto.

Luca Sc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...