#RiflessioniCristiane: il significato del portare la croce al collo.

Di Luca Sc.

Roma, 4 settembre 2018

Siamo o cristiani, o no? Ma le persone che incontriamo lo sanno? Ne hanno sentore? Ora, bisogna dire che il cristianesimo non è gioiello da sfoggiare, ma vita personale nella fede del Signore che si fa quotidianità.

Il mondo però ha bisogno di testimoni. Una volta una cara studiosa mi disse che si premeva troppo sul concetto di testimonianza, dando ad esso grande spessore.

Io rispondo a ciò con una domanda: che cosa significa “martire”? Dal greco tradurremmo in italiano col termine “testimone”.

Altra domanda: chi è il primo Martire? Risposta: il Cristo. Egli dà testimonianza dell’amore del Padre con il Suo sangue.

Chi sono i martiri? Gli imitatori di Cristo.

Beninteso, non tutti sono chiamati a morire da martiri, ma tutti sono chiamati ad essere testimoni, martiri della quotidianità.

Una croce al collo può significare tanto, può essere un segno che richiama alla vita vera del Signore, può ricordare a chi incrociamo per via che ci sta speranza e che noi crediamo in un futuro di amore.

Inoltre, la croce al collo rammenta per primi noi l’estremo amore con il quale siamo amati da Dio.

L’amore, cari lettori, va testimoniato dopo essere stato contemplato, grazie all’aiuto del Signore, che sostiene e rinvigorisce le nostre forze umane.

Il cristiano sa che il mondo potrà rifiutare il Vangelo, di cui la croce è segno, ma sa anche che la verità germoglia nel cuore degli uomini e con insistenza si fa voce in essi.

Sappiamo che questa verità è il Cristo, che si fa nostra vita e unica via per amare nell’amore della Trinità.

Chi ci vedrà con una croce, vedrà magari tutti i nostri difetti e ci ferirà coi giudizi, ma saprà che noi, in un modo o in un altro, vogliamo seguire il Maestro, sforzandoci, con l’aiuto dello Spirito, a far nostro il Vangelo.

Il Buono Nuovo Annuncio non può aspettare e, nelle nostre vite, molto ha da essere eloquente in merito.

Io, nel mio piccolo, scrivo qualcosa, qualche frase.

Che il Signore ci sia d’assistenza e ci guidi, Lui, unica Via, alla Vita Vera.

Nessuno è così povero da non avere da dare l’Amore immenso che Cristo gli dona.

Buona testimonianza, cari amici e lettori.

A presto.

Luca Sc.

1 Comment

  1. “Chi ci vedrà con una croce, vedrà magari tutti i nostri difetti e ci ferirà coi giudizi, ma saprà che noi, in un modo o in un altro, vogliamo seguire il Maestro, sforzandoci, con l’aiuto dello Spirito, a far nostro il Vangelo.”

    Quindi niente paura e portiamo al collo la croce. Personalmente porto una catenina con la madonnina ed i cuori di Gesù e Maria. Ciao Luca e buon cammino.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...