Rubrica #RiflessioniCristiane: Pigrizia spirituale? Serve un upgrade.

Roma, 13 aprile 2018

Aprile dolce dormire. Come ogni anno arriva la stagione primaverile e il suo tepore, che attrae al far nulla, con forza e vivacità. Ci sentiamo pigri, con la voglia di stare sul divano, quasi fagocitati dal sonno.
Esiste la pigrizia spirituale? Sì. Ne descriverò di seguito.
Usando un termine tecnico, si potrebbe parlare di accidia. Le sue caratteristiche sono abbastanza riconoscibili. 

Molte volte capita che, nonostante vorremmo pregare o fare opere di bene, non ne abbiamo interesse alcuno. Sembra strano, ma è così: alcune volte si diventa inattivi, annoiati, privi dello sprint necessario.

Questo avviene quando l’amore diventa più intenso: è proprio così.
Dal momento che già vi immagino storcere il naso durante la lettura, cercherò di spiegarmi meglio.

L’amore, anche, e soprattutto, quello verso Dio, non è come nelle telenovelas, patinato, pieno di pathos e farfalle nello stomaco.
L’amore è tale solo se diviene abbandono delle proprie priorità, dei propri bisogni egoistici, delle cattive abitudini che possono far male a una relazione. 

Quando ciò sta per accadere, in ogni relazione, arriva il nostro sentirci fiacchi, demotivati, annoiati, stressati. L’accidia vien fuori quando il passo sta cambiando, quando l’amore chiede di più; a maggior ragione per  l’amore di Dio che è il più grande tra gli amori di un’esistenza. 

L’accidia è il segno del nostro non voler fare questo upgrade, questo progresso in campo spirituale.

Oltre il tepore primaverile ci sta il “rischio” di amare veramente. 

Buon Aprile, cari lettori. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...