Rubrica #VangeloDomenicale: 2° Domenica di #Quaresima. Gesù, quanto amore sei! 

Roma, 24 febbraio 2018

Quante volte rimaniamo estasiati di fronte all’azione di Dio verso di noi… Pietro, non comprendendo appieno quello che stesse accadendo, balbetta qualcosa di semplice e intimamente umano: vuole che il mistero che ha di fronte resti per sempre presso di lui. Assiste al “fascinosus et tremendum” che è la cifra dell’esperienza umana del divino.

Del Signore abbiamo amore e, stranamente e nello stesso tempo, paura. Cristo accorcia le distanze e ci illumina con la sua luce ineffabile e inebriante. 

Le capanne instabili della nostra vita acquisiscono, con Lui, fondamenta come le case site sulle rocce. 

La seconda domenica di quaresima ci indica Chi sia il Mediatore, il compimento della legge, il compimento della Rivelazione di Dio. 

La predilezione del Figlio è portatrice della parola definitiva di amore del Padre per tutti noi sue creature: siamo amati!

Continuiamo il tempo di preparazione alla Pasqua con questa consapevolezza!  

Il Tabor esprime il mistero del Verbo, della seconda Persona della Trinità e apre uno scorcio sull’ampiezza dell’amore divino. 

“Quanto amore sei…”, cantava Eros Ramazzotti… Forse potremmo cantarlo, incantati, facendo esperienza del Tabor nella vita. 

Un Tabor fatto di fiducia nella Sua azione amorosa e giornaliera. 

Grazie.

A presto. 

Luca Sc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...