Rubrica #RiflessioniCristiane: Il presente è sempre e solo negativo?

Roma, 7 novembre 2017 
Capita spesso, in varie circostanze, di sentire frasi del tipo: “un tempo non era così!”, “Ai miei tempi…”, “Quando ero giovane io…”. Frasi belle da sentire in una conversazione serale e autunnale, magari intrisa di ricordi dolci e che scaldano il cuore. Basta che queste frasi restino tali: autunnali, dolci, fruttuose rimembranze, affetti che si fanno storia. Questi bei tempi antichi sono, a scriver mio, soggettive visioni del passato. Sembrerebbe sempre che, prima di noi, debba per forza esservi un’epoca d’oro.
Già Aristotele, nella sua Etica Nicomachea e, dunque, qualche millennio fa, asseriva quanto fosse banale e controproducente pensare al passato come migliore del presente.
E’ la tentazione di ogni uomo di ogni tempo: anche noi non ne siamo immuni.
Sarà forse il pretesto per esimersi dall’affrontare i problemi di oggi? La domanda retorica verte, ovviamente, verso il sì.
Non voglio fare il saccente sapientone: voglio soltanto riflettere da giovane adulto quale sono.
Nessuno ha la bacchetta magica contro le problematiche attuali: tutti possono essere dotati di buona volontà atta a migliorare la nostra epoca. Anche per me esistono dei tempi dorati: gli anni ’90…Eppure già in quel tempo non si stava di certo bene: chiunque, più grande di me, potrebbe confermarlo, esaltando, in egual misura, gli anni ’70, come anche gli ’80, del XX secolo. Il terrorismo e la recessione, però, mi pare – basta documentarsi – che vi fossero anche in quei decenni…
Puntini di sospensione a parte, queste riflessioni che compio con voi non sono altro che presa di coscienza della novità buona da cogliere oggi.
Oggi è il giorno per aiutarsi; oggi è il giorno per pensare alle belle cose che ci aspettano; oggi è il giorno per costruire, nonostante molto sembra avverso.
Quando camminiamo per strada, guardiamo le vie della nostra infanzia senza rimpianti e, in buona sostanza, accettiamo i cambiamenti.
Sottolineando quanto di buono ci è stato donato in precedenza, bisogna, nondimeno, essere vigili nell’andare avanti.
E noi, cari lettori, siamo chiamati ad avanzare trovando il bene nel mondo di oggi, da persone di “buona volontà” che hanno fiducia nella bontà dell’umanità.
Tutto sembra nero: rendiamolo più bello con la nostra capacità di trovare il buono in ogni cosa.
Esistono elementi di bene da non sottovalutare, oggi. Esistono giovani pronti a donare la vita per gli altri, oggi. Non limitiamo i nostri sguardi in malinconiche rimembranze: guardiamo avanti con l’audacia di chi progetta il futuro.
Grazie per l’attenzione. Buon cammino.
A presto.
Luca Sc.

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...