È bello abbandonarsi all’amore di Dio. Parola di Papa Francesco.

​Roma, 24 agosto 2017

Quando siamo un po’ tristi, quando sembra che tutto vada storto, pensiamo: “Dio mi ama; Dio non mi abbandona”“.

Ecco uno degli ultimi tweet di Papa Francesco. Vorrei fare con voi, cari lettori una semplice riflessione.

Qui, il Pontefice sottolinea molto il modo soggettivo di vedere le cose: usa, infatti, i verbi “sembrare” e  “sentirsi (essere)”. 

Siamo noi che “pensiamo” tutto nero; siamo noi che “ci sentiamo” un po’ tristi.

La relazione con Dio ci apre alla relazione con il mondo e ci decentra da quello che vogliamo vedere di noi stessi. 

Permette che i nostri pensieri non siano gli unici pensieri; che le cose vadano viste da angolazioni differenti. Nessuno può vedere il proprio volto da solo: si specchia…e noi, in quanto persone, abbiamo bisogno di capirci tramite la relazione… In primis quella con Dio.

Sappiamo, con Dio, che il nostro soggettivo dolore è compreso e accolto con tutta la sua drammaticità; sappiamo che quel medesimo dolore, con Dio, forse sarà ridimensionato un tantino, perché chi si sente amato, anche se triste per le cose storte, sa che un bene più grande può sgorgare dai momenti “no”.

Tutti soffriamo; alcuni riconoscono di essere amati.

È bello abbandonarsi all’amore di Dio: niente e nessuno può togliere a nessuno questa possibilità…

Buon cammino, cari lettori.

Buon fine agosto.

A presto,  Luca Sc. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...