Dalla Porziuncola ad una vita santa

Roma, 2 agosto 2017

Oggi si festeggia il cosiddetto perdono di Assisi: l’indulgenza concessa a San Francesco per la ricorrenza di Santa Maria degli Angeli alla Porziuncola.

Mi ha sempre colpito una cosa: San Francesco d’Assisi intercede presso il Signore per tutti, vuole che tutti siano salvi. Così raccontano infatti le agiografie.

La vera santità è quella che sa intercedere, che pensa al bene di ogni persona che incontra o incontrerà. 

Viene subito da pensare a donne e a uomini santi vicini ai nostri giorni: ad esempio al Beato Giacomo Alberione, fondatore, un po’ sconosciuto, della Famiglia Paolina. 

Questi, anche nei giorni più solenni o pieni di impegni, non tralasciava mai le sue quattro ore mattutine di meditazione e preghiera…

Perché? Diceva di avere tanti figli per cui pregare e intercedere. Tutti i figli delle numerose congregazioni facenti capo alla Buona Stampa.

Nessun uomo si santifica senza preghiera d’intercessione. L’indulgenza della Porziuncola è segno eloquente della Santità di Dio, che, se ricercata nella propria vita, diventa diffusiva.

Imitiamo, cari lettori, queste donne e questi uomini semplici e attenti. 

Buon cammino.

Luca Sc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...