Quinta Parola del #QuaresiMix: ASCOLTO. 29 marzo 2017.

Mettersi in ascolto è cosa molto difficile in questo nostro tempo. Perché? Semplice: tutti chiedono un parere; tutti vogliono sapere, in ogni circostanza, da che parte si sia. 

Purtroppo dobbiamo sempre “stare sul pezzo”, dobbiamo essere da una parte della barriccata o dall’altra. Domando di nuovo: perché? 

Evidentemente ognuno ha bisogno di sentirsi compreso e accettato e, in fin dei conti, obbliga gli altri a perdere la propria specificità.

È più difficile ascoltare; è più facile lamentarsi di non essere ascoltati. 

Questo stesso meccanismo lo usiamo anche con Dio. Spesso aspettiamo da Lui le parole che a noi piacciono. Dio, invece, ci chiede di entrare nella verità di noi stessi e questo richiede ascolto. 

Ciò non significa dovere stare necessariamente in silenzio: significa mettere la volontà di Dio al primo posto; significa non “fissarsi” solo nelle nostre visioni delle cose.

Il cristiano è l’uomo dell’ascolto; l’uomo che ascolta la Parola fatta carne; l’uomo che ascolta il silenzio dell'”Ecce Homo”; l’uomo che ascolta la gioia intima dello stupore di Pasqua.

Facciamo posto all’Altro. Facciamo posto agli altri.

A mercoledì prossimo con l’ultima puntata del #QuaresiMix. 

Grazie, cari lettori, per l’attenzione.

Luca Sc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...