Commento al Vangelo della I Domenica di Quaresima. Gesù ci insegna a superare le tentazioni 

​A cura di Antonio L.

Il tempo di quaresima è caratterizzato dalla possibilità di conversione per noi cristiani, sostenuti dalla luce che risplenderà per noi nel giorno di Pasqua. 

Il Vangelo ci fa riflettere sulle tentazioni che Gesù ha sopportato e superato nel deserto prima del suo ministero pubblico, rivelandone la sua identità ed il carattere messianico della sua missione. 

L’uomo-Dio digiuna nel deserto, per darci un modello di totale dipendenza da Dio, il quale provvede sempre ai suoi figli bevanda e nutrimento. Il tempo, quaranta giorni, è legato alla tradizione biblica. 

Nel battesimo al Giordano il Padre aveva manifestato al mondo l’identità del Figlio suo, nel brano della liturgia di oggi, il tentatore dice:”se tu sei Figlio di Dio” questo ha tutto il sapore di una verifica della messianicità di Gesù. 

Ogni tentazione porta in sè questa intenzione del diavolo; nella prima tentazione Gesù ci fa capire come rispondere quando veniamo toccati nei bisogni primari, nella seconda quando tante volte tentiamo Dio perché cerchiamo miracoli e non Lui, nell’ultima quando l’uomo non accetta il suo limite e desidera le glorie di questo mondo piuttosto che la Gloria di Dio. 

Fratelli nel Signore, essere tentati è inesorabile per noi, Cristo però ci dà la opportunità di perseverare con Lui rigettando il male e risplendendo della luce della sua Santità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...