Il Papa torna a mostrare dedizione per i claustrali in un tweet.

“Ricordiamo con gratitudine le persone consacrate che nei monasteri di clausura pregano per la Chiesa e per il mondo” @Pontifex. 

Clausura e/è gratitudine. Due prospettive del render grazie: le claustrali, come i claustrali, rendono grazie a Dio, ogni giorno e nel silenzio, per il dono della vita e dell’amore misericordioso; tutta la Chiesa manifesta gratitudine per le loro preghiere e la loro amorevole testimonianza.

Di Santa Chiara, non solo seguace di San Francesco, ma anche claustrale, si diceva: “taceva, ma la sua fama gridava”. Non fama da gente di spettacolo, piuttosto riverbero della gioia grande che nel silenzio le sorelle e i fratelli consacrati vivono. 

La dedizione per l’umanità è totale nella vita delle monache e dei monaci. 

Già Francesco si è interessato al vitale e antico fenomeno ecclesiale nella lettera  alle claustrali “Vultum Dei quaerere”, promulgata a luglio e presentata anche in un articolo del nostro blog. Per saperne di più continua la lettura attraverso l’archivio mensile.

A presto.

Luca Sc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...