Penultima Udienza Giubilare di Papa Francesco: “Oggi si urla tanto!”Anche #Giubileocorali prende parte.

Città del Vaticano, 22 ottobre 2016

Piazza San Pietro gremita di pellegrini, anche gli 8000 coristi del #Giubileocorali sono presenti con i loro fazzoletti azzurri. Si proclama, ad inizio, la lettura dal Vangelo dell’episodio giovanneo della Samaritana. 

Il Papa si sofferma sul colloquio molto serrato tra la donna e Gesù. Ecco un aspetto importante della misericordia: il dialogo. Esso pone in atteggiamento di ascolto, è espressione di carità, perché aiuta a ricercare il bene comune nonostante le differenze di ciascuno.

Quante volte viviamo accanto al fratello, ma non lo conosciamo,  non dialoghiamo, non lasciamo che lui, l’interlocutore, finisca di parlare e venga preso in considerazione. 

Ascoltare significa vedere la presenza di Dio nel fratello: c’è tanto bisogno di dialogo nelle nostre famiglie, nei luoghi di lavoro, tra insegnanti e alunni. 

La Chiesa vive del dialogo con gli uomini del nostro tempo; basti pensare al dialogo tra religioni, al dialogo sulle questioni ecologiche

“Tutte le forme di dialogo sono espressione della grande esigenza di amore di Dio” afferma il Papa: ascoltare e dialogare equivale a dire, con mitezza, quello che penso io; “oggi si urla tanto!”: in questo modo non andrà bene nessun rapporto familiare o di lavoro.

Gesù conosceva la Samaritana, sapeva della sua vita di peccato, ma la ha ascoltata: il dialogo fa crescere i segni della misericordia di Dio, facendoli divenire semi di strumento e rispetto. Così il Papa all’Udienza.

Seguiteci anche su twitter: Luca [brezzaleggera].

A presto.

Luca Sc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...