Sintesi della breve visita di Papa Francesco alla Porziuncola

Un’infiorata di 130 metri, creata da artisti di Spello, accoglie il Pontefice.

Arrivato alla Porziuncola, Papa Francesco parla e agisce nel nome della misericordia. Confessa ben diciannove persone e non lascia da parte i malati dell’infermeria del Convento di Santa Maria degli Angeli, il quale ospita settanta frati. Le parole di Francesco vertono sul perdono, sul suo significato profondo. Ciò è plasticamente visibile nel sacramento della Confessione anche da lui stesso amministrato.

Attraverso la visita dell’infermeria, il Pontefice in maniera tangibile pare dirci, per l’innumerevole volta, “no alla cultura dello scarto”.

Di fronte alla Basilica saluta tutti i presenti, ringrazia e benedice.

“Ringrazio questa voglia di essere vicini e non dimenticatevi: sempre perdonare. Perdonare dal cuore” e anche: “Tutti noi abbiamo bisogno di perdono: qualcuno di noi non ha bisogno di perdono?”.

Al termine del suo breve saluto il Papa prega l’Ave Maria insieme alla folla e, a seguire, benedice.

A presto.

Luca Sc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...